Archivio | Poesia RSS feed for this section

Le poesie diventano immagini: i calligrammi della 1 A

23 Mag
Di: Giulia Gobbi

23/5/2017

I calligrammi sono poesie fatte come immagini, scritte in modo da rappresentare con un disegno il soggetto della poesia stessa.

La 1 A ha provato a inventarne alcuni molto fantasiosi e diversi tra loro, partendo dalle poesie inventate dai ragazzi stessi e dando sfogo alla creatività di ciascuno. Lo scopo dei calligrammi è quello di rappresentare una poesia in un modo più divertente e creativo.

Vi proponiamo alcuni calligrammi che hanno come protagonisti gli animali.

“Il cagnolone” è stato realizzato da Denis Hysenaj.

“Il cigno” è opera di Simone Arrigo.

“Il pesce rosso” è il calligramma realizzato da Elisa Rizzi.

“Il mio criceto” è l’opera di Elisa Panelli.

 

 

Annunci

Le classi terze presentano il loro cortometraggio

27 Apr

Nell’ambito del progetto “Didattica della Memoria” è stato realizzato il corto “Il sogno di Gene”

a cura della redazione

26/4/2017

Tra storia, attualità e genetica, i ragazzi dell’istituto hanno prodotto, sotto la guida del regista Andrea Canepari, un cortometraggio utilizzando la tecnica dello stop motion.

Mercoledì 3 maggio verrà presentato al pubblico presso il Cinema Teatro Moderno: alle ore 11 per i ragazzi e alle ore 21 per famiglie e cittadinanza.

Buona Pasqua!

11 Apr

Auguri dalla nostra redazione!

11/4/2017

 

 

 

 

 

 

 

 

Cos’è la poesia?…

5 Apr

Una domanda a cui abbiamo provato a dare una risposta in prima A…

di Martina Fonso ed Elisa Rizzi

14/03/2017

 

La poesia non ha una definizione precisa, non si può ridurre a ciò che dice il dizionario: è molto di più perché coinvolge le emozioni, le sensazioni personali, la capacita di ognuno di interpretare ciò che legge e farlo suo. Può essere quello che ognuno vuole, in base alla propria sensibilità.

La classe 1A ha provato a dare una definizione personale attraverso … il linguaggio poetico! Vi proponiamo alcune poesie scritte dagli alunni della classe 1A  attraverso metafore e similitudini che danno un’idea di cos’è la poesia!

La poesia è…

Uno scivolo di parole…

Il suono della mezzanotte…

Il cioccolato fuso

che ti si scioglie in bocca

e ti riscalda il cuore…

La mamma che ti abbraccia

e ti fa passare

una notte di sogni.

di Elisa Rizzi

La poesia è…

Uno scivolo infinito

Il suono delle parole

Un raggio di luce

che ti da coraggio

L’arte all’attacco

Un mondo di colori

Una notte magica

Una giraffa che ti porta

nello spazio

Un disegno infinito

La cioccolata piena di colori

Un koala affettuoso

L’elicottero che ti lancia

dall’alto le lettere

Un prato di emozioni.

di Martina Fonso

La poesia è…

Uno scivolo che ti porta alle emozioni

Il suono della mezzanotte

Un raggio di luce

Un attacco di gioia

Un mondo da esplorare

Una notte di sogni

Una notte stellata

Un cioccolato multi-gusto

Un’emozione incontrollabile

Un’ elicottero che vola fra le emozioni

Un prato fiorito

di Elisa Panelli

 

Ma sapete cos’è la poesia? E’ tutto quello tu vuoi che sia!!!

Gli animali conquistano le canzoni…

27 Feb

… e anche le poesie

di Bisotti Anna e Panelli Elisa

21/02/2017

Come abbiamo visto nella canzone vincitrice del Festival di San Remo 2017, “Occidentali’s Karma”  gli animali sono spesso protagonisti di canzoni, libri e film. Ad esempio, nelle favole, genere letterario molto antico, spesso incarnano i nostri vizi e le nostre virtù, spingendoci a prendere atto dei nostri comportamenti sbagliati.

Vi proponiamo quindi alcune poesie sugli animali degli alunni della classe 1A. Si tratta di filastrocche divertenti e buffe, scritte per il divertimento del lettore.

La compagna Caterina  ha scelto di parlare del canguro perché è un animale australiano e lei adora l’ Australia! Questa poesia è breve ma molto fantasiosa!

canguro

Il canguro  

Il canguro saltella

Nello spazio su una stella

Guarda in basso il paesaggio

E gli viene un gran coraggio

Dal marsupio spunta fuori

Un musetto a colori

Che dormendo beato

Sogna un mondo fatato.

Anna ha scritto una poesia con protagonista il suo  cavallo perché  è una delle  sue passioni. Quella che vi presentiamo è una poesia abbastanza breve che racconta dell’incontro con il giovane cavallo.

cav

 Il cavallo

Piccolo cavallo quando mi vedi arrivare

Mi annusi e le carote inizi a cercare

Poi  scendiamo giù ed entriamo in campo

Salgo e corri veloce come un lampo

Bravo! Sei proprio migliorato

E le carote ora ti sei proprio meritato

Adesso ti porto nella tua casetta, è finita la tua giornata

Ti saluto e ti auguro una buona nottata.

La poesia di Elisa parla dell’ amicizia non ricambiata tra lei e il suo criceto, è una poesia dolce e divertente.

criceto

Il criceto

Il mio criceto è così piccolino

Che non vedi il suo nasino

E’ un batuffolo di cotone

Che tutto il giorno fa il dormiglione

Quando con lui voglio giocare

Tenta sempre di scappare

Anche se con me non vuole stare

Il mio criceto posso solo amare.

Per finire, l’animale più di moda: uno scimpanzé davvero pazzerello!

scim

Lo scimpanzè

Lo scimpanzè

La mattina si sveglia e mangia un bignè

Poi va dal suo vicino

Che gli dà una tazza di the

Lo scimpanzè

Andando a scuola compra un frappè

E va in giro per il paese

Pensando di diventarne il re!

 

Buone vacanze!

8 Giu

Dopo un anno intenso e ricco di soddisfazioni, la redazione vi saluta e augura buon esame ai compagni di terza!

buone v

Immagine

Auguri!

22 Mar

conigli

I risultati del concorso Letterario “In punta di penna”

13 Mar
a cura della Redazione

9/3/2016

Il 14 luglio 2015 si è tenuta a Sarmato la premiazione del concorso letterario “In punta di penna”, che prevedeva una competizione tra poesie o racconti.

La premiazione si è svolta nella piazza di Sarmato e quest’anno, nella categoria giovani, ha vinto una ragazzina di seconda media del nostro Istituto di nome Sara Fonso della classe 2 C.

Le è stata assegnata una targa di riconoscimento, una pergamena e un assegno di cento euro.

Ecco la poesia vincitrice:

371252097-acqua-trasparente-gocciolare-svolgimento-spruzzo-goccia-d'acqua

 

Le gocce d’acqua

Uno due tre

saltano zampillano  danzano con me

nel bicchiere

sono rotonde

nella bottiglia

sono quadrate

nella provetta

sono legate

nella cascata

sono sfrenate

e nella pioggia

uno due tre

saltano zampillano e danzano con me.

 

Immagine

Buona Pasqua!

1 Apr

pasqua uova

I rumori del silenzio in prima A

18 Feb

Sapevate che nel silenzio ci sono molti rumori?

a cura della redazione in collaborazione con Sofia Roscio

18/2/2015

Lo spunto è venuto da una poesia di Roberto Piumini: “Nel silenzio, signore e signori” che ha fatto riflettere la classe sul tema del silenzio. Si stava ragionando su quanto sia importante il silenzio per la poesia. Senza la giusta pausa non si coglierebbe il senso della parola che, nel testo poetico, occupa una posizione di primo piano.

Immagine di repertorio

Siamo abbastanza allenati ad usare le parole, a riempire il silenzio ma non lo siamo altrettanto a fare e ad ascoltare il silenzio.

Allora la professoressa ha proposto un’attività: la classe avrebbe dovuto stare senza parlare e senza fare rumore per tre minuti mentre ascoltava, tendendo al massimo i sensi, quello che stava succedendo intorno.

L’esperimento è riuscito ed ognuno ha annotato ciò che ha sentito.

Quello che è emerso è ben esplicitato nel testo che vi proponiamo, scritto da una compagna:

Nel silenzio della mia classe ci sono molti rumori.

C’è il din don della campana

della chiesa poco lontana.

C’è il toc toc del martello

usato dal bidello.

C’è l’etciù dello starnuto

dello scolaro sprovveduto.

C’è il bisbiglio degli allievi

che in corridoio fan passi lievi.

C’è l’eco della voce affievolita

del preside che dal corridoio viene avvertita.

C’è il fff del sospiro

di chi non ha più respiro.

C’è il tic tic della biro

che sul foglio fa il giro.

C’è il tom un po’ smorzato

del banco che viene spostato.

Insomma, nel silenzio ci sono molti suoni, molti rumori per chi li sa ascoltare!