Archivio | Sport RSS feed for this section

Le classi terze presentano il loro cortometraggio

27 Apr

Nell’ambito del progetto “Didattica della Memoria” è stato realizzato il corto “Il sogno di Gene”

a cura della redazione

26/4/2017

Tra storia, attualità e genetica, i ragazzi dell’istituto hanno prodotto, sotto la guida del regista Andrea Canepari, un cortometraggio utilizzando la tecnica dello stop motion.

Mercoledì 3 maggio verrà presentato al pubblico presso il Cinema Teatro Moderno: alle ore 11 per i ragazzi e alle ore 21 per famiglie e cittadinanza.

Buona Pasqua!

11 Apr

Auguri dalla nostra redazione!

11/4/2017

 

 

 

 

 

 

 

 

Tre giorni a Pinzolo

5 Apr

Il gruppo delle classi prime e seconde sulle neve

di Francesca Bossi e Aurora Zucchini

21/3/2017

Anche quest’anno il nostro istituto ha proposto il progetto “Tre giorni a Pinzolo”.

Numerose sono state le adesioni, tanto che si è pensato di dividere i partecipanti in due differenti gruppi: il primo composto da tutte le classi prime insieme alla 2^A di Castello, a quella di Sarmato e alla 2^F di Castel San Giovanni. Questo gruppo è stato accompagnato dalle insegnanti di educazione fisica Pozzi Augusta e Ferri Laura, che sono rimaste tutta la settimana, insieme a Barbara Scotti e Angela Chiesa. Le ultime due, a metà settimana, hanno lasciato il posto ai professori Mia Astrid Massarini e Pierluigi Manfredi.

Arrivati in hotel, dopo l’ assegnazione delle camere e aver posato i nostri bagagli, ci siamo tutti recati nel garage dell’hotel per provare gli scarponi e il casco che avremmo indossato i giorni seguenti.

giornalino3

immagine dell’ hotel che ha ospitato le classi del nostro istituto

Il programma prevedeva per ogni mattina e pomeriggio due ore di sci con istruttore per un totale di dieci ore complessive.

IMG-20170322-WA0002

alcuni ragazzi della 2^A dopo la prima mattina

Oltre allo sci, ci sono state altre attività come ad esempio la nostra visita alla fattoria didattica “la Frisa”.

giornalino2

Agritour “La frisa”

giornalino

La mucca rendena

L’ ultimo giorno, prima di rimetterci in viaggio per ritornare a Castel San Giovanni, siamo recati a comprare dei souvenir che ci ricordassero la bella esperienza fatta. Alle 17.00, con malinconia, abbiamo lasciato Pinzolo con la speranza di tornarci il prossimo anno.

Pinzolo 2017: tre giorni sulla neve

5 Apr

Come da tradizione, tre giorni di sport e sci

di Davide Zito e Lorenzo Rossi

21/3/2017

Il 22 marzo, le classi terze e le classi seconde dei corsi B, C, D di Castel San Giovanni si sono recate, accompagnate dalla prof. Massarini e dal prof. Manfredi, a Pinzolo per fare una mini-settimana bianca all’insegna dello sci e del divertimento.

Alle 13.15 del giorno della partenza, piazzale Gramsci fremeva di ragazzini ansiosi e felici di partire e divertirsi. Appena caricate le valigie e fatto l’appello , siamo partiti alla volta di Pinzolo.

Dopo tre ore e mezza di viaggio, siamo finalmente arrivati alla nostra futura residenza per tre giorni, L’ Olympic Palace Hotel: era piccolino, ma con tutto ciò che serviva per divertirsi: una piccola piscina, una sauna, una saletta dove si poteva guardare la televisione ed un servizio di animazione.

I tre giorni sono stati belli ma alquanto stancanti: sveglia alle 7.00, colazione alle 8.00 e subito ad aspettare le navette per andare alla cabinovia. Presa la cabinovia, ci dirigevamo alla stazione sciistica, ci mettevamo gli scarponi, gli scii e via di volata sulle piste ad aspettare i nostri maestri.

Il primo giorno ci hanno messi alla prova e ci hanno divisi in gruppi in base alle nostre abilità. Sciavamo due volte al giorno: dalle 10.00 alle 12.00 e poi al  pomeriggio dalle 14.00 alle 16.00. Nel breve tempo tra le due sessioni, ritornavamo in albergo per pranzare e riposarci un pochino. Al pomeriggio, dopo la sciata si potevano scegliere attività alternative: o si poteva andare alla fattoria o dall’apicoltore oppure ci si riposava in piscina. La sera poi si stava insieme a guardare la tv , si chiacchierava oppure si poteva stare nella sala con l’animazione.

Sono stati tre giorni molto stancanti, ma alla fine eravamo tutti contenti!

Immagine

La corsa campestre 2016 delle classi terze

27 Feb
di Botteri Chiara e Carandang Alyson

7/2/2017

Il giorno 28/10/2016 tutta la scuola si è recata al campo sportivo “Soressi” a Castel San Giovanni, per la fase di Istituto della corsa campestre. Le classi terze sono state le ultime a gareggiare.

Le prime a partire sono state le ragazze: hanno percorso 1150 metri.

img_1129

Le ragazze di terza dopo la grande fatica

Questa la classifica delle ragazze:

nome                         classe                  tempo

  1. Kaja Luirda               3B                      4’25”
  2. Sgobbi Elisa              3E                      4’30”
  3. Bosio Susanna         3E                      4’59”
  4. Vanini Gaia               3C                      5’01”
  5. Botteschi Camilla   3A                      5’20”
  6. El Assali Maha         3 E                     5’26”
img_5642

La terza classificata Susanna Bosio

Abbiamo intervistato Susanna Bosio, terza classificata:

D:Come ti sentivi prima della gara?

R:Ero molto agitata ma non vedevo l’ora di iniziare la corsa

D:Ti sei allenata per affrontare la gara?

R:Solo a scuola durante le ore di scienze motorie

D:Ti aspettavi di arrivare tra le prime dieci?

R:No sinceramente no, ma lo speravo, quindi ho dato il meglio di me

D:Come ti sei sentita appena arrivata?

R:Beh… ero molto stanca ma molto felice di essermi classificata terza!

Ringraziamo Susanna e passiamo alla gara dei ragazzi che hanno percorso in tutto 1600 metri.

img_5763img_5765img_5768

Questa la classifica dei ragazzi:

  1. Maggi Christian            3A                      6’12”
  2. Bassanini Leonardo   3D                     6’14”
  3. Stefanelli Tommaso   3D                     6’22”
  4. Nicolin Brayan              3C                      6’35”
  5. Strozzi Mariano            3B                      6’36”
  6. Majiati Mohammed    2C                      6’59”

La gara è stata molto faticosa ma la mattinata è stata davvero molto divertente!

Corsa campestre femminile 2016: classi prime

27 Feb

Klea Nako vince la fase di istituto per il plesso di Castel San Giovanni

Di  Caterina Tosca e Giulia Gobbi

28/10/2016

Il giorno 28 Ottobre  2016,  i ragazzi della nostra scuola hanno partecipato alla fase  d’istituto della corsa campestre  presso il campo sportivo di Castel San Giovanni.

Arrivati al campo eravamo tutti agitati e pronti a correre come fulmini. Prima di iniziare la gara,  ci siamo riscaldati con alcuni esercizi di stretching guidati dalla professoressa Pozzi. Hanno iniziato a correre le ragazze di prima e in seguito i ragazzi.

img_1060

Elisa, Caterina, Klea e Giulia della classe 1 A

La corsa è stata impegnativa; alla fine eravamo stanche ma soddisfatte di aver raggiunto il traguardo.

img_1064

Beatrice e Martina al termine della gara

img_1062

Nada, Elisa e Anna, stanche ma soddisfatte

Intervistiamo Klea Nako, la vincitrice per le classi prime.

D:Come ti sentita quando hai tagliato il traguardo?

R:Mi sentivo molto felice ed emozionata

D:Qual’è stato il punto più faticoso della gara?

R:Il punto più faticoso è stato quello in cui abbiamo dovuto correre sulla parte sterrata del percorso

D:Te lo aspettavi di vincere?

R:No, perché pensavo di essere più lenta degli altri ma mi sono impegnata al massimo

D:Ti sei qualificata e hai partecipato anche alle fasi provinciali di corsa campestre: come è andata?

R:Bene, mi immaginavo la gara molto più difficile e lunga!

Ringraziamo Klea per averci dato l’opportunità di intervistarla e le facciamo ancora i complimenti per la prestazione.

Di seguito, inseriamo alcune immagini riguardanti la categoria maschile, classi prime.

img_1087

Alessio all’arrivo

img_1066

Una fase della corsa

img_1084

All’arrivo, dopo la fatica

img_1086

Stanchi ma soddisfatti

Buone vacanze!

8 Giu

Dopo un anno intenso e ricco di soddisfazioni, la redazione vi saluta e augura buon esame ai compagni di terza!

buone v

Il torneo di pallavolo delle classi seconde

8 Giu
Di Leonardo Bassanini, Nicolas Manica, Sara Virtuoso, Arianna Traversi e Paola Prifti

3/5/2016

Come ogni anno, le classi seconde si sfideranno in un torneo di pallavolo al meglio dei tre set da sedici punti.

Il torneo è iniziato il giorno 3 maggio 2016 con le sfide 2°A contro 2°B e con 2°C contro 2°D.

 

IMG-20160507-WA0004

La squadra della classe 2 A

Gli esiti sono i seguenti: dopo due set la seconda A si è imposta per 2 a 0, approdando in finale. Lo stesso giorno la classe 2° C ha battuto, con due set combattuti la 2° D.

Il 10 maggio la 2°D ha travolto la 2° E, mentre la 2° C ha avuto un risultato simile.

Il 17 maggio ci sono stati gli ultimi due scontri: la finale per il terzo e il quarto posto che ha visto la 2° D battere la 2° B e la finale che ha incoronato la 2° C come migliore seconda.

Il 6/06/2016 al palazzetto dello sport avrà luogo la finalissima d’istituto tra 2° C e 3° D, ovviamente nell’aria c’è parecchia curiosità nell’aria perché sono squadre che, secondo il nostro parere si equivalgono.

 

Fasi provinciali di Orienteering

8 Giu
Di Nicolas Manica e Leonardo Bassanini

17/05/2016

Il giorno 26 aprile 2016, si sono svolte le fasi provinciali di Orienteering al parco della Galleana, a Piacenza.

orient

malygosc.pl

La partenza era fissata per le 8.45 da piazza Olubra.

Alle 9.30 siamo arrivati a Piacenza e, alle 10, è partita la gara. C’erano parecchie categorie gareggianti e, nello stesso tempo, parecchi istituti.

Noi gareggiavamo contro la scuola “I. Calvino” situata in via Boscarelli a Piacenza. Loro avevano un’anno in più di noi, però ci siamo fatti rispettare.

La gara è stata di media difficoltà: trovare le lanterne è stato abbastanza semplice, però il percorso era bagnato e un po’ si scivolava. Le lanterne erano sedici, tutte situate nel bosco del parco. Essendoci più categorie, c’erano parecchie lanterne e sbagliare era facile.

Alla fine della giornata siamo usciti sconfitti e non siamo riusciti a classificarci per le fasi regionali, però siamo stati onorevoli avversari e siamo stati battuti per pochi minuti.

Alle 12.30 circa siamo rientrati a scuola.

Una giornata a Spettine con la classe seconda B

17 Mag

Giochi, attività nel verde e geocaching

di Davide Zito

10/5/2016

Il giorno 11 aprile, le classi 2 B di Sarmato e di Castel San Giovanni si sono recate alla base scout di Spettine per passare una giornata immersi nel verde.

v

La base scout di Spettine, immersa nella natura

Partiti da Piazza Olubra alle 8, siamo arrivati alla base scout alle 8.30. Appena scesi al pullman, ci siamo messi in cerchio e abbiamo conosciuto i vari capi scout che ci hanno diviso in sei diversi gruppi. Al mattino abbiamo svolto tre diverse attività: durante la prima, due esperti ci hanno insegnato a utilizzare le cartine e i punti cardinali. Nella seconda, ci hanno spiegato la storia dello scoutismo e ci hanno fatto provare delle attività sul gioco di squadra; nella terza attività, abbiamo potuto passeggiare nel bellissimo paesaggio della Val Nure e ci hanno portati sulla cima della collina a visitare il castello diroccato di Spettine.

Tornati alla base, abbiamo pranzato e avuto un po’ di tempo libero. Quindi ci siamo di nuovo messi in cerchio e ci hanno spiegato l’ultimo gioco: il geocaching! Il gioco è una specie di caccia al tesoro che consiste nel cercare dei contenitori nascosti in particolari luoghi identificati dalle coordinate geografiche, i cosiddetti “cache”.

I contenitori contengono un “logbook”, ossia un piccolo blocco note sul quale il geocacher lascia un segno del suo passaggio sotto forma di firma o anche di un commento. Nei nostri contenitori erano presenti dei foglietti che dicevano di fare delle foto tutti insieme, una volta trovati. All’inizio della gara, i vari capi hanno dato ad ogni squadra una mappa che diceva dove si trovavano i vari involucri. Al termine dell’attività, si consegnavano le foto agli educatori che a fine giornata hanno proiettato le immagini di tutti i ragazzi.

Una volta preparate le classifiche, ci hanno consegnato dei premi in base alle nostre posizioni. Quindi ci siamo salutati, siamo tornati in pullman e, un po’ a malincuore, ce ne siamo tornati a casa.